Mancini: "Tra un anno Inter da scudetto

Tra un anno Inter da scudetto. 
Salah? Era uno degli obiettivi

I nerazzurri attesi al San Paolo dal Napoli. Il tecnico ottimista: "Vincere contro chi sta sopra di noi ci farebbe bene, ma stiamo lavorando anche per il futuro". Niente turnover in vista dell'Europa League: "Avremo quattro giorni per recuperare"

Appiano Gentile, 7 marzo 2015 - "Stiamo facendo un lavoro importante per raccogliere i frutti nell'immediato ma anche guardando al futuro.L'anno prossimo dovremo lottare per lo scudetto". Roberto Mancini vede un futuro roseo per l'Inter. Il presente però si chiama Napoli con la trasferta del San Paolo che arriva in mezzo al ko casalingo contro la Fiorentina e il primo round di Europa League contro il Wolfsburg: "Non sarà una gara semplice, loro hanno perso a Torino ma stanno facendo un ottimo campionato. Dobbiamo proseguire sulla nostra strada perché la squadra è nettamente in crescita. In quest'ottica, battere un avversario che sta sopra di noi in classifica ci farebbe bene".
"Ho visto i ragazzi tranquilli, non dobbiamo dimenticare che siamo l'Inter - prosegue il tecnico nerazzurro - Ovviamente capita di passare anche domeniche grigie dal punto di vista del risultato, ma la squadra sta migliorando settimana dopo settimana. L'unica partita di cui non sono stato contento è quella di Empoli, dove non abbiamo giocato". Contro la Fiorentina invece "non meritavamo di perdere",sostiene Mancini. "Il calcio è fatto da episodi e, se avessimo segnato in una delle occasioni che abbiamo avuto, il finale sarebbe stato diverso. Stiamo diventando una squadra e la continuità di vittorie arriverà".
Possibile staffetta tra Icardi, non al meglio, e Palacio: "Valuteremo le condizioni fisiche di tutti, non rischieremo nulla ma credo stiano abbastanza bene per partire dall'inizio". Ancora sui singoli: "Guarin rinato? Era bravo anche prima di incontrare me, doveva solo trovare la giusta tranquillità". Shaqiri "è giovane, ha 22 anni e ha ancora molto da dare. Ha solo bisogno di ambientarsi". Quanto a Kovacic, "deve stare tranquillo perchè ha qualità straordinarie e arriverà il momento dell'esplosione. Podolski? Può dare ancora tanto, ha bisogno di tempo per adattarsi al campionato italiano. A Cagliari ha fatto un'ottima partita, un po' meno contro la Fiorentina, ma può capitare. Ha esperienza e speriamo ci possa regalare gol importanti da qui a fine campionato". 
Il discorso si sposta sul prossimo impegno di Europa League: "Avremo quattro giorni dopo il Napoli, magari cambieremo un paio di giocatori ma c'è tutto il tempo necessario per recuperare". Quindi svela un retroscena legato a Salah, l'uomo nuovo del campionato che sta incantando con la Fiorentina: "Era uno dei nostri obiettivi, ma il Chelsea voleva Cuadrado e hanno chiuso con i viola". 
*fonte il web
Share on Google Plus

About Italy Media

This is a short description in the author block about the author. You edit it by entering text in the "Biographical Info" field in the user admin panel.
    Blogger Comment
    Facebook Comment

0 commenti:

Posta un commento

Ultime notizie